logo

Sentiero Rusca


Percorso    
Albosaggia - Sondrio - Chiesa in Valmalenco - Vassalini

Caratteristiche:   TC - Turistico 

Percorso prevalentamente in salita  con 70% asfalto
Fino a Ponchiera su strada a bassa intensità di traffico e poi su ciclopedonale fino a Chiesa in Valmalenco  





1Collegiata di Sondrio.JPG
7%20S.Anna%20di%20Torre%20S.Maria.JPG6%20Ciclopedonale%20Sentiero%20Rusca.JPG5%20Arquino.JPG4%20Ponchiera.JPG3%20Castel%20Masegra.JPG2%20Piazza%20Quadrivio.JPG
PriceandValue

Bicicletta consigliata:  

MTB - E_Bike

MTB%20e%20YamahaSDURO%20Trekking%20RCrampichino%20con%20seggiolino
BENE, SI PARTE 


Da Albosaggia Porto, presso la sede ValtelBike, con bicicletta a mano oltrepasseremo la passerella bianca sul fiume Adda per raggiungere mediante percorso ciclabile la vicina città di Sondrio. Attraverso le vie che passano nel centro storico,potremo ammirare i palazzi e le vecchie piazze che hanno vissuto la storia della cittadina ed i suoi abitanti.  Per ultima piazza Quadrivio dove cominceremo a salire verso Ponchiera ammirando il panorama su tutta la bassa Valtellina e le montagne che le fanno da cornice. Raggiunto Arquino ci fermeremo un attimo al vecchio ponte sul Mallero per ammirare la forza dell’acqua che con il tempo ha modellato la roccia. Ricominceremo a   saliremo verso la Valmalenco pedalando su facile sentiero fino al ponte del Valdone per poi immetterci su ciclabile asfaltata che porta, in compagnia del torrente Mallero,fino a Torre S.Maria.  

Da qui, pedalando su marciapiede, un breve tratto su strada ci porterà all’imbocco della ciclabile non ancora asfaltata, passeremo S.Anna e raggiungeremo Chiesa in Valmalenco e contrada Vassalini.


Siamo nella valle della lavorazione della pietra. Le visite guidate ci faranno percorrere la storia della pietra ollare, dove esperti artigani  trasformano le pietre in oggetti per varie utilità e piacere conosciuti in tutto il mondo, cave di serpentino di cui si ottiene la famosa “ Pioda” e gallerie di talco che offrono un interessante percorso guidato nel ventre della montagna.


IL PERCORSO 



Il Sentiero Rusca è un percorso storico di comunicazione tra la Valmalenco e l’Engadina. Il nome attuale è dedicato  alla memoria dell’arciprete Nicolò Rusca il quale, nel 1618, venne rapito a Sondrio da soldati svizzeri e condotto in Engadina mediante il passo del Muretto.

L’itinerario percorso dall’arciprete nel suo viaggio forzato verso la morte, su quella strada da secoli conosciuta come strada “cavallera”, è stato recentemente oggetto di recupero e di sistemazione.

Questo intervento è stato finalizzato alla valorizzazione di un bene ad alta valenza storica e culturale, ad una fruibilità di carattere turistico ed escursionistico.

Si tratta di un interessante percorso che si sviluppa su un tracciato di circa 32 Km. con partenza da Sondrio, dall’omonima via Nicolò Rusca, accanto alla chiesa Collegiata, percorre tutta la Valmalenco e giunge al passo del Muretto, sul confine con la Svizzera, con un dislivello di 2200 m. Il percorso è una strada ciclo-pedonale percorribile in una o più tappe, che ben si coniuga con i numerosi sentieri e itinerari escursionistici già presenti in Valmalenco.

Lungo l’itinerario si trovano aree di sosta attrezzate. Esso è inoltre significativamente descritto da un capillare sistema di segnaletica, costituito da pannelli direzionali, indicatori, illustrativi e descrittivi finalizzati a orientare fruitori ed escursionisti circa i tempi di percorrenza, le lunghezze dei tratti e, in alcuni casi, a fornire brevi sintesi storiche, nonché indicazioni geomorfologiche del territorio.